Life is Strange episodio 4: Dark Room

Penultimo episodio per Life is Strange di Dontnod quest’oggi. Dopo le rivelazioni di Chaos Theory e dell’effetto farfalla scoperto da Max, in questo esplosivo quarto episodio faremo i conti con gli effetti del viaggio temporale fino a restare letteralmente di sasso sul finale! Questa recensione conterrà qualche spoiler, siete avvisati!

La stanza oscura

Abbiamo lasciato Max sulla porta di casa di Chloe con la netta sensazione che qualcosa non andasse per il verso giusto. Il nostro modificare quel fatidico giorno di 5 anni prima ha salvato la vita del padre di Chloe ma le conseguenze per la ragazza sono state gravissime. Durante questa fase transitoria, in cui Max sostanzialmente vive una realtà parallela, Life is Strange si permette di toccare argomenti decisamente forti quali l’eutanasia. lifeisstrange_ep4 (4)Ma per fortuna, visti i poteri di riavvolgitrice del tempo di Max, potremo ben presto tornare in carreggiata, lasciando una linea temporale decisamente deprimente per tornare ai misteri di Arcadia Bay. La situazione in città si fa sempre più strana, tra bizzarri fenomeni ambientali e misteriose morti di animali. Fortunatamente Kate, la ragazza che ha tentato il suicidio negli episodi scorsi, sta recuperando il suo equilibrio mentale (certo, se siete riusciti a salvarla dal compiere l’estremo gesto). Il quarto episodio decolla finalmente con passi concreti nella ricerca della ragazza scomparsa, con stratagemmi e interrogatori in cui i poteri di Max sono sempre utilissimi. Finalmente anche una svolta nelle nostre piccole indagini, superando una parte investigativa non impegnativissima ma che per una volta vi costringerà ad accendere davvero il cervello, ci mette sulla pista giusta. Una catapecchia nella foresta nasconde terribili segreti che lasceranno il segno sulle due amiche. E una volta che avremo partecipato alla festa del Vortex Club e dato la caccia a quel cretino di Nathan, saremo pronti per una grande rivelazione finale.

lifeisstrange_ep4 (2)

Due lune nel cielo

Life is Strange – Dark Room è di sicuro l’episodio più emozionante uscito finora. Meno concentrato sul ribobinare il tempo e più sull’investigazione e la deduzione logica, è un concentrato di rivelazioni shoccanti e svolte inattese. La partita scorre in modo molto meno frammentario perché, come detto, avremo meno occasioni di tornare in dietro nel tempo a parte una interessante discussione con Frank lo spacciatore. Alcuni enigmi riusciranno probabilmente anche a farvi pensare qualche minuto, visto che la loro soluzione non è immediatamente evidente. Insomma, un episodio davvero completo sia a livello narrativo che di gameplay che promette eventi stellari per l’ultimo episodio.

 

 
 

Dave

Scritto da : Dave

Dave è editor-in-chief di Joypad, appassionato di videogames, tecnologia, film e parecchie altre cose. Twitter: @sclafsac

JOYPAD

Joypad è il sito indipendente di videogiochi, tecnologia e film per la Svizzera italiana.

Il sito nasce quale tentativo di informare i giocatori della Svizzera italiana nel modo più completo possibile riguardo ai media videoludici, cercando di contestualizzare l’informazione per gli ascoltatori di questa regione spesso dimenticata dalle grande aziende mondiali. Dalla metà del 2013 si occupa anche di film con la rubrica Joypad Movies.